Aiuto...cerchiamo consigli

Questo Forum è dedicato alle esperienze e testimonianze personali sia positive che negative. Per rendere agevole la ricerca si consiglia di aprire il 3D con il nome della eventuale patologia trattata.

Moderatori: Admin, ANTONIO55

Aiuto...cerchiamo consigli

Messaggioda Lorenzo » 22/01/2011, 11:39

Ciao a tutti di nuovo,
come vi accennavo nella presentazione, mia moglie soffre di un paio di problemi abbastanza fastidiosi. E inutile dirvi che come “trottole” abbiamo girato per specialisti e dottori vari e provando terapie convenzionali, naturali e omeopatiche, ma senza risultati apprezzabili.

Il primo problema è, che spesso durante l’anno viene colpita da forti cistiti e dall’ urino coltura emerge sempre che il batterio responsabile è l' escherichia coli. E in quelle occasioni dopo un paio di giorni di Monuril la situazione migliora. Ma si resta in attesa della prossima crisi.

L’altro problema si riferisce ad una cisti/fistola anale. Ha subito 4 interventi chirurgici. 3 a livello superficiale ambulatoriale e 1 (l’ultimo due anni fa) in sala operatoria in maniera più profonda ed invasiva per l’asportazione del nucleo infetto. La situazione attuale, è che ciclicamente si forma sulla ferita un piccolo ascesso suppurativo e quindi con fuori uscita di pus, e qualche volta misto a sangue.

Ora avendo scoperto l’ACI e avendo letto molto sull’argomento (anche il libro di J.Pies) ci sorgono dei dubbi circa la posologia riguardo l’ACI laser Feroli da 10ppm che abbiamo acquistato. Siamo coscienti che tale prodotto è relativamente nuovo ma vorremmo comunque alcuni consigli. Ed esempio, abbiamo letto che come dose preventiva con l’ACI elettrolitico sia consigliato 3 cucchiaini al giorno, o addirittura in caso di cistite 120ml al giorno. Ci chiediamo quindi, nel caso di assunzione di ACI Laser le dosi vanno diminuite? o forse aumentate nel caso specifico di mia moglie? Quale potrebbe essere una dose preventiva per la cistite?
Quale potrebbe essere la dose nel caso si ripresenti di nuovo? Cosa è possibile fare invece per l’ascesso? Può essere efficace l’ACI Laser, e come andrebbe utilizzato?

Vi ringraziamo fin d’ora per le vostre risposte e per la vostra pazienza.
Lorenzo
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 22/01/2011, 10:14

Re: Aiuto...cerchiamo consigli

Messaggioda ANTONIO55 » 23/01/2011, 21:19

La dose a scopo preventivo consigliata dappertutto è di un cucchiaio al giorno per gli adulti e di un cucchiaino per i bambini e questa posologia è indicata per l'Aci elettrolitico a 10 ppm.
Nel caso dell'Aci Laser la posologia rimane la stessa in quanto la densità usata è la stessa, anche se l'Aci Laser sembra avere una maggiore efficacia antimicrobica e quindi potrebbero diminuire i tempi per la guarigione.
A scopo preventivo sempre per Aci Laser a 10 ppm si può provare con 20 ml tre volte al giorno lasciando il liquido in bocca per farne assorbire la maggior parte dalle mucose e bevendo subito dopo aver degluitito l'Aci almeno molta (tre/quattro bicchieri d'acqua) per farlo giungere più rapidamente possibile nella vescica dove si annida il batterio.
Ovviamente nel caso di patologie infettive accertate ed in corso, la dose va aumentata e i 120 ml si riferiscono a tre somministrazioni al giorno di 40 ml di Aci. Ma in caso di cistiti occorrerebbe utilizzare anche l'Aci per irrigazioni vaginali (con un clistere) o con un tampone di cotone imbevuto di Aci e lasciato la notte nella sede opportuna.
I tempi di guarigione dalle cistiti dipendono sempre dal tipo di batterio che si è instaurato nella vescica (Escherichia Coli, Proteus Mirabilis, Klebsiella etc, e dalla quantità di germi: colonizzazione). Alcuni germi sono più resistenti di altri e nel caso di insuccesso con la densità di 10 ppm, è consigliabile passare ad una densità superiore.
Per quanto riguarda l'ascesso evidentemente all'interno c'è ancora un piccolo focolaio d'infezione che continua a produrre pus.
Bisognerebbe pulire la ferita più volte al giorno con un batuffolo di cotone imbevuto di Aci (magari Laser a 100 ppm ed in quel caso basterebbero una trentina di gocce in 30 ml di acqua) e lasciarlo possibilmente in sede (più tempo possibile bagnando di tanto in tanto il cotone con nuovo Aci, perchè una volta che l'argento colloidale si è asciugato perde la sua efficacia).
Purtroppo è una zona scomoda da trattare perchè ovviamente non si può star tutto il giorno il piedi o sdraiati per evitare di schiacciare il batuffolo impregnato di Aci e farlo asciugare immediatamente.
In ogni caso un tentativo con l'Aci (vista la sua atossicità) sarebbe opportuno farlo.
Ho testimonianze di altre ferite suppurative guarite senza problemi con l'Aci.
Auguri.
Antonio
Avatar utente
ANTONIO55
 
Messaggi: 675
Iscritto il: 16/06/2010, 14:13
Località: Roma

Re: Aiuto...cerchiamo consigli

Messaggioda Lorenzo » 24/01/2011, 10:15

Grazie Antonio per i tuoi consigli, proveremo a meterli in pratica e speriamo che tutto si risolva.

Lorenzo
Lorenzo
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 22/01/2011, 10:14


Torna a Esperienze e Testimonianze sull'impiego dell'Argento Colloidale Ionico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron