Curare la prostatite curando l'intestino

Su questo Forum possiamo discutere di tutto ciò che riguarda l'Argento Colloidale Ionico.

Moderatori: Admin, ANTONIO55

Curare la prostatite curando l'intestino

Messaggioda Fire91 » 14/04/2015, 8:38

Ciao ragazzi, avete mai notato che chi soffre di prostatite nella maggior parte dei casi ha anche disturbi intestinali? Spesso può capitare che il dolore prostatico in realtà sia causato dalla disbiosi. Io soffro di prostatite e soffrendo di eccessivo meteorismo e digestione irregolare voglio provare questa strada. Sto provando la seguente terapia suggerita da Guido Ferioli:
- provette di argento colloidale 500ppm all'interno di un carrier di silice per evitare la dispersione + provette di rame colloidale all'interno di un carrier di silice
- 250 ml al giorno di argento colloidale ionico da iniettare tramite una peretta nel retto (in modo da disinfettare l'ultimo tratto del colon e sperando che parte si assorba nella prostata, vista la grossa vicinanza)
- segue purga e fermenti lattici.

Qualcuno di voi ha mai provato questa terapia? Oppure l'avete mai provata anche per la sola disbiosi? Spero di ottenere dei risultati questa volta.

Cordiali saluti.
Fire91
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 06/01/2015, 18:57

Re: Curare la prostatite curando l'intestino

Messaggioda Marco » 15/04/2015, 8:10

Ciao,
volevo sapere quanti giorni dovrebbe durare la cura indicata?

Saluti,
Marco
Marco
 
Messaggi: 23
Iscritto il: 02/02/2011, 13:09

Re: Curare la prostatite curando l'intestino

Messaggioda Fire91 » 16/04/2015, 8:44

Ciao Marco, da come mi ha spiegato Guido Ferioli, la cura per la disbiosi ha durata variabile che può andare dai 2 ai 10 giorni. Ti riferisci solo alla disbiosi o anche alla prostatite? Comunque secondo me esistono due ipotesi. La (1) se la disbiosi causa la prostatite può essere che abbia trasmesso nella prostata qualche batterio, dovuto all'elevata vicinanza della prostata e all'alta permeabilità dei tessuti. La (2), sempre ipotizzando che la causa è disbiosi, ho pensato che non debba per forza esserci un'infezione alla prostata per avere questi disturbi. Può essere che infiammazioni dell'intestino, dovute ad esempio da feci troppo acide, facciano infiammare anche la prostata.
Mi spiego meglio osservando un caso particolare (il mio, magari non sono l'unico), i miei disturbi prostatici sono molto vaghi, al massimo sento più frequente di andare a urinare oppure ogni tanto un leggero dolore pubico, in particolare dopo un rapporto sessuale, ma svaniscono nell'arco di qualche ora, oppure urinando. Quindi, ho pensato che mi sembrano troppo leggeri questi disturbi per avere un'infezione. Concludendo, penso, che una volta risolta la disbiosi bisogna anche valutare se nella prostata ci siano o no eventuali batteri. In ogni caso, se vuoi delle informazioni più approfondite ti consiglio di contattare Ferioli, è una persona molto disponibile.

Saluti.
Fire91
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 06/01/2015, 18:57


Torna a Argento Colloidale Ionico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron