Vero argento colloidale

Su questo Forum possiamo discutere di tutto ciò che riguarda l'Argento Colloidale Ionico.

Moderatori: Admin, ANTONIO55

Vero argento colloidale

Messaggioda Alex » 08/05/2014, 3:44

Ciao a tutti.
Questo mio post è rivolto al nostro amministratore Antonio:
Ciao Antonio, sono nuovo del forum, mi sono iscritto perché vorrei chiederti un chiarimento visto la tua profonda conoscenza dell'argomento.
So che c'è differenza tra argento colloidale ionio argento colloidale..... è vero o no?
Secondo quello che si legge in rete sarebbe meglio far uso dell'argento colloidale puro e non di quello ionico.... è vero o no?
In Italia ci sono ormai diversi produttori...di quale ci si può fidare?
Qualche laboratorio si è preso la briga di saggiare la qualità dei prodotti che si trovano in rete?
Vorrei usufruire di questo stupendo prodotto al meglio e mi piacerebbe un tuo disinteressato parere
Grazie
Alex
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 08/05/2014, 3:33

Re: Vero argento colloidale

Messaggioda ANTONIO55 » 08/05/2014, 10:11

Ciao Alex,
benvenuto sul Forum.
C’è differenza tra l’argento ionico prodotto tramite elettrolisi (chiamato Aci che è l'acronimo di argento colloidale ionico) e l’argento colloidale particellare (qualcuno sulla rete lo chiama “vero argento colloidale”) che invece viene prodotto con il sistema chimico o tramite ablazione laser.
Quello prodotto con l’elettrolisi ha una quantità piuttosto piccola di particelle metalliche di argento e molti ioni (la proporzione è del 10-15% di particelle e 85-90% di ioni) mentre nell'argento colloidale particellare la proporzione è inversa.
Mi preme sottolineare che nonostante questa differenza, l’argento ionico prodotto con l’elettrolisi funziona ottimamente fin dai primi del ‘900, le testimonianze le puoi rintracciare sulla rete in diversi forum che trattano l’argomento.
Alcuni anni fa è cominciato a circolare qui da noi l’argento colloidale prodotto con il sistema ad ablazione Laser del Ferioli e qualche tempo dopo quello importato dall’America chiamato Mesosilver prodotto con un sistema segreto (a detta del produttore, ma che è abbastanza probabile sia di origine chimica).
Quello che circola in Italia è quasi tutto di importazione coreana, russa o americana.
L’efficacia delle due tipologie di argento è differente, ma dipende proprio dalle caratteristiche intrinseche dei due prodotti: è abbastanza intuitivo capire che un prodotto con una maggiore densità di particelle metalliche abbia un risultato migliore rispetto ad un prodotto maggiormente ionico.
Anche se bisogna precisare che un prodotto ionico proveniente da un generatore professionale ha più o meno le stesse probabilità di risolvere patologie infettive di un argento particellare di mediocre qualità come alcune tipologie che circolano nel mondo.
Laboratori in Italia che abbiano analizzato prodotti colloidali come hanno fatto in America, non mi risulta che ce ne siano, ma lì ovviamente quel laboratorio aveva tutti gli interessi a fare quel tipo di marketing essendo lui stesso produttore di colloidi. Gli amici del Forum che lo frequentano da anni, sanno a cosa mi riferisco.
Di certo il prodotto del Ferioli (che in moltissimi hanno utilizzato su questo Forum, ma anche in altri), è un prodotto validissimo ed analizzato dal Cnr che non è sicuramente un Laboratorio privato o da poco.
Io ti consiglierei di contattare il Ferioli e di acquistare un prodotto da lui: dopo aver provato il suo, se non hai ottenuto i risultati che ti aspetti, puoi rivolgerti a qualche altro produttore che tu hai sicuramente visto su Internet.
Buon proseguimento.
Antonio
Avatar utente
ANTONIO55
 
Messaggi: 675
Iscritto il: 16/06/2010, 14:13
Località: Roma

Re: Vero argento colloidale

Messaggioda Alex » 08/05/2014, 12:41

Scusa Alex,
ma invece di quotare sono entrato in modifica e ho cancellato inavvertitamente la tua risposta.
Puoi riscriverla se ti va.
In ogni caso leggi la mia qua sotto.


Ciao Alex
è vero, l'Ac ionico alla densità normalmente prodotta (10 ppm) è trasparente, e a contatto con il cloruro di sodio (il sale da cucina) l'acqua diventa torbida poichè si forma come hai scritto tu, cloruro d'argento.
Il colore dell'argento particellare che ho provato io è assolutamente trasparente anche fino alla densità di 1.000 ppm, cosa impossibile per l'argento ionico che ad una certa densità diventa giallo, marrone e poi nero.
Per quanto riguarda i colloidi particellari colorati, io finché non so cosa c'è dentro, eviterei di assumerli.
Ma ovviamente ognuno è libero di sperimentare come crede.
Antonio
Alex
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 08/05/2014, 3:33

Re: Vero argento colloidale

Messaggioda Alex » 08/05/2014, 16:46

Nel post precedente ti ringraziavo per la tua disponibilità e chiedevo spiegazioni sulla colorazione dell'argento colloidale ionico e non.
Nel frattempo ho trovato in una farmacia in zona un argento microcolloidale (Silver Bue) e non è colorato, se lo confronto con l'acqua controluce sembra solo più torbido, vorrei chiederti se tu hai già provato questo argento colloidale altri ma non so se posso fare nomi.........
Hai avuto esperienza personale con l'assunzione dell' ACI o AC?
Grazie
Alex
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 08/05/2014, 3:33

Re: Vero argento colloidale

Messaggioda ANTONIO55 » 09/05/2014, 10:32

Alex ha scritto:Nel post precedente ti ringraziavo per la tua disponibilità e chiedevo spiegazioni sulla colorazione dell'argento colloidale ionico e non.
Nel frattempo ho trovato in una farmacia in zona un argento microcolloidale (Silver Bue) e non è colorato, se lo confronto con l'acqua controluce sembra solo più torbido, vorrei chiederti se tu hai già provato questo argento colloidale altri ma non so se posso fare nomi.........
Hai avuto esperienza personale con l'assunzione dell' ACI o AC?
Grazie

Quel colloide che hai citato è prodotto con il sistema elettrolitico (infatti è trasparente).
Lo conosco, ma onestamente non l'ho provato direttamente, quindi non saprei dirti se è più efficace di altri.
Calcola che se i colloidi sono prodotti con generatori professionali (e non giocattolini come a volte si vede in giro) il risultato è sempre positivo.
Io dal 2006 mi autoproduco l'Ac ionico, dapprima con un generatore autocostruito, poi con uno della Ditta Tecnosalute e ho sempre avuto ottimi risultati.
Poi ho anche provato l'Ac Laser de Ferioli a partire dal 2010 e ho riscontrato sempre effetti positivi.
Dove l'Ac ionico non riesce a debellare i germi in quanto particolarmente aggressivi o con grande colonizzazione si ottengono migliori risultati con l'Ac particellare essendo quest'ultimo a maggiore densità di particelle d'argento.
Nella sezione "Esperienze e testimonianze" puoi leggere i risultati che sono stati ottenuti con i colloidi.
La stessa Ditta che produce i generatori professionali ha in elenco diversi colloidi sia di argento che di oro, rame etc. e sono tutti ormai provati da diversi anni.
Ciao
Antonio
Avatar utente
ANTONIO55
 
Messaggi: 675
Iscritto il: 16/06/2010, 14:13
Località: Roma

Re: Vero argento colloidale

Messaggioda Alex » 09/10/2014, 17:42

Caio Antonio, rieccomi a chiedere spiegazioni.........
è da circa un anno che sperimento vari argenti colloidali:
- silver blue
- xxxxx xxxxxx (usato di più)
con discreti risultati, dopo aver letto il tuo post collegato al virus ebola mi sono ritornati i vecchi dubbi, da questa ricerca sembra essere efficace solo l'argento colloidale ionico, quindi gli argenti colloidali tipo xxxxx xxxxxx (a detta del produttore "vero argento colloidale") sarebbero meno o addirittura non efficaci!!!!!
Possibile che in questo mondo non ci sia mai una via univoca da seguire?
Quindi per chi non ha una profonda conoscenza della materia come te e può prodursi in casa un prodotto come si deve a chi si dovrebbe rivolgere? Forse tu non potrai fare nomi ma in qualche modo aiutami a capire che prodotto comprare.
Grazie

Ps: se puoi farmi chiarezza anche sulla quantità giornaliera da assumere sia come prevenzione che come cura sarebbe una cosa veramente gradita visto che in rete come al solito non c'è chiarezza

grazie infinite
Alessandro
Alex
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 08/05/2014, 3:33

Re: Vero argento colloidale

Messaggioda ANTONIO55 » 12/10/2014, 13:44

Alex ha scritto:Caio Antonio, rieccomi a chiedere spiegazioni.........
è da circa un anno che sperimento vari argenti colloidali:
- silver blue
- nano crystal silver (usato di più)
con discreti risultati, dopo aver letto il tuo post collegato al virus ebola mi sono ritornati i vecchi dubbi, da questa ricerca sembra essere efficace solo l'argento colloidale ionico, quindi gli argenti colloidali tipo nano crystal silver (a detta del produttore "vero argento colloidale") sarebbero meno o addirittura non efficaci!!!!!
Possibile che in questo mondo non ci sia mai una via univoca da seguire?
Quindi per chi non ha una profonda conoscenza della materia come te e può prodursi in casa un prodotto come si deve a chi si dovrebbe rivolgere? Forse tu non potrai fare nomi ma in qualche modo aiutami a capire che prodotto comprare.
Grazie

Ps: se puoi farmi chiarezza anche sulla quantità giornaliera da assumere sia come prevenzione che come cura sarebbe una cosa veramente gradita visto che in rete come al solito non c'è chiarezza

grazie infinite
Alessandro

Ciao Alessandro,
vedo che hai letto l'articolo sull'Aci che circola da qualche tempo sulla rete a proposito della vecchia diatriba Aci Vs "vero argento colloidale".
Per fortuna che quell'articolo non l'ho scritto io, ma solo segnalato altrimenti sarei stato tacciato di essere di parte.
Ed in effetti di parte dovrei essere, visto che io sono stato il primo in Italia nel 2010 ad aver creato un sito che si occupa solo di Argento Colloidale Ionico, conoscendo a fondo la sua efficacia.
Come avrai capito ci sono grossi interessi di produttori e rivenditori di argento particellare che negli ultimi anni hanno magnificato i loro prodotti a scapito dell'Argento Colloidale Ionico.
Ma come sempre il Diavolo :evil: fa le pentole ma non i coperchi e quindi prima o poi la puzza di zolfo esce prepotentemente e viene avvertita da tutti. :D
Se vuoi produrti in proprio dell'ottimo Argento Colloidale Ionico, rivolgiti al miglior ingegnerizzatore di generatori che c'è sul mercato: Guido Ferioli titolare della Tecnosalute e produttore di eccellenti colloidi (con buona pace dei suoi concorrenti). Acquista un generatore della serie Look e non te ne pentirai.
Mi è capitato moltissime volte di consigliare i generatori del Ferioli e finora nessuno mi ha mai contattato per lamentarsi.
Al contrario alcuni utenti che pur avendo ricevuto tutte le info sui migliori generatori in commercio, si sono rivolti al mercato tedesco od americano, dopo alcuni mesi si sono pentiti del loro acquisto.
Per fare un ottimo argento ci vogliono elettrodi ben dimensionati, e una centralina che fornisca correnti e tensioni ben precise, pena la produzione di grosse particelle d'argento, poco stabili e poco efficaci.
Per quanto riguarda la posologia dato che non ci sono sperimentazioni da parte di istituzioni o ricercatori indipendenti, ma solo testimonianze di utenti come te e me, dobbiamo fidarci di quello che troviamo sulla rete e sperimentare a nostra volta su noi stessi.
Questo si può fare senza problemi dato che non ci sono controindicazioni di alcun genere (salvo rarissime allergie all'argento) né effetti collaterali conosciuti (salvo l'argiria che però è dovuta ad assunzioni massicce e per periodi prolungati di tempo di prodotti diversi da quelli che utilizziamo normalmente).
A livello preventivo l'Ac Ionico è consigliato nella misura di un cucchiaio per gli adulti ed un cucchiaino per i bambini una sola volta al giorno.
La posologia dell'Ac particellare (quello del Ferioli per intenderci) è di una 10ina di gocce per gli adulti e 5 gocce per i bambini sempre una sola volta al giorno.
In caso di patologie va visto caso per caso, ma in genere tre cucchiai al dì di Ac Ionico sono più che sufficienti, mentre il particellare va assunto fino a 50 gocce al dì.
Saluti
Antonio
Avatar utente
ANTONIO55
 
Messaggi: 675
Iscritto il: 16/06/2010, 14:13
Località: Roma

Re: Vero argento colloidale

Messaggioda Alex » 13/10/2014, 13:52

Ciao Antonio, grazie mille per la tua risposta.
Sono andato a dare un occhiata sul sito del Ferioli, ma ho notato che ha solo argento colloidale 100 ppm, quindi penso che con i suoi generatori si possa produrre solo argento di quel tipo.
Le analisi pubblicate sempre sul sito non mi hanno tanto convinto, parlano di una lieve/ moderata efficacia dell'ACI Ferioli!!!! onestamente mi aspettavo di più!! o forse ho travisato io......
Nel tuo post (terzultima riga ) descrivi l'argento colloidale del Ferioli come particellare, è stato un errore immagino........
Io sono abituato ad assumere argento colloidale a 10 ppm, che differenza c'è in termini di tollerabilità e risultati.
Da molte parti ho letto che concentrazioni superiori a 10 ppm possono essere dannose........qui si parla di 100 ppm!!!
scusa ma non me ne intendo molto, però penso che 100 ppm sia una concentrazione più alta, quindi se ne deve assumere meno.... penso.....
Il generatore avrà bisogno di manutenzione immagino, di che tipo? è sufficiente solo il generatore o anche qualche altro accessorio?
Questo generatore della serie look è quello che usi tu? Che tu sappia ce ne sono di migliori (professionali) in commercio?
Il generatore in questione produce argento colloidale IONICO? e in quale ppm?
Se puoi dammi un tuo parere su xxxxx della xxxxxx.
Ciao
Alessandro
Alex
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 08/05/2014, 3:33

Re: Vero argento colloidale

Messaggioda ANTONIO55 » 14/10/2014, 8:22

Ciao Alex,
con i generatori del Ferioli si può produrre solo Argento Colloidale Ionico, anche se lui produce ottimi colloidi particellari ma con metodi troppo costosi per la produzione casalinga.
Il suo prodotto a 100 ppm è di tipologia laser (particellare).
Le analisi effettuate con quel metodo nel 2009 rilevano che quel colloide (a 10 ppm) aveva una efficacia media sulla maggior parte dei batteri.
I prodotti degli altri concorrenti se fossero stati analizzati avrebbero dato esiti sicuramente peggiori.
Quel colloide era prodotto col sistema elettrolitico e le particelle erano superiori come grandezza ai 20/25 nanometri.
I colloidi prodotti con i recenti generatori elettrolitici arrivano a meno di 2 nanometri per cui la loro efficacia è di gran lunga superiore.
Se vai a vedere poi le analisi del prodotto Laser ti renderai conto che anche diluito di 1:10 è ancora molto efficace.
L’Argento colloidale del Ferioli è particellare, non c’è alcun errore nella descrizione.
A partire dal 2010 la Tecnosalute ha cominciato a produrre un colloide con il sistema ad ablazione laser che permette di ottenere un prodotto con una maggiore quantità di particelle d’argento (Ag0) che rispetto ad un prodotto ionico ha la possibilità di emettere un quantitativo di ioni Ag+ molto più grande del prodotto ionico stesso.
Il ragionamento è semplice: l’Argento Ionico come ha rilevato la ricerca della Rice University, ha maggior efficacia del particellare (a 10 ppm) in quanto sono gli ioni argento (Ag+) la parte più efficace contro i germi patogeni.
Se però io ho un prodotto particellare a maggiore densità delle convenzionali 10 ppm, avrò un numero maggiore di ioni argento attivi.
Per i non addetti ai lavori potrebbe essere difficile comprendere tale tesi, ma ti assicuro che a livello chimico/fisico avviene proprio quello che ho scritto.
Per questo motivo il Ferioli ha cercato di produrre un colloide che avesse una maggiore densità di particelle Ag0 proprio per avere a disposizione una maggiore emissione di ioni Ag+.
C’è da tener presente inoltre un altro fattore: la stabilizzazione del prodotto.
Se io ho un colloide con particelle piccolissime, ma non protette dall’ossidazione (che avviene sempre con queste particelle), mi ritrovo con un prodotto che dopo due o tre mesi è diventato poco o niente efficace.
I colloidi del Ferioli sono tutti stabilizzati per cui la loro efficacia è garantita per anni.
Se si ha un prodotto ad alta densità (100 ppm) è ovvio che va assunto in piccole dosi, ma questo è stato scritto ovunque sin dall’inizio dell’apparizione sul mercato di tali colloidi.
La differenza tra l’assunzione di un prodotto a 10 o a 100 sta nel fatto che il prodotto a maggiore densità emette più ioni Ag+ rispetto al prodotto con meno particelle d’argento (10 ppm).
Il prodotto elettrolitico (ionico) può arrivare al massimo al 2% di particelle d’argento e all’80% di ioni, mentre il prodotto laser ( o l’ultimo in ordine di tempo l’Iperattivato del Ferioli) ha una percentuale di particelle d’argento che può arrivare all’80% con un rapporto praticamente inverso rispetto ai prodotti elettrolitici.
La manutenzione dei generatori del Ferioli è praticamente inesistente: basta solo pulire gli elettrodi dopo ogni produzione ed il gioco è fatto.
Oltre al generatore è necessario uno strumento che si chiama densimetro per misurare la densità del colloide prodotto, ma la Tecnosalute lo fornisce insieme al generatore.
Il generatore che utilizzo io è un Family 1.1 che produce ottimo argento colloidale ionico, che però non è più in produzione perché particolarmente elaborato e che è stato soppiantato dal modello Look più semplice da usare, ma anche migliore poiché dotato di soluzioni ingegneristiche che non troveresti su altri generatori in circolazione.
Parlo del cestello blocca elettrodi che permette di ottenere con il metodo elettrolitico delle particelle minutissime (si parla di meno di 2 nanometri nanometri e una densità che può arrivare vicino alle 20 ppm, inarrivabile dai generatori che ci sono sul mercato) con un Potenziale Zeta molto elevato che rende il prodotto stabile ed efficace per anni rispetto ai giocattolini che trovi in circolazione.
Se vai sul mio sito http://www.argentocolloidale.org alla sezione “Generatori Testati”, potrai vedere i risultati dei più diffusi generatori in commercio.
Alla fine di questo lungo articolo riassumo in questo modo: i prodotti ionici a bassa densità possono essere utilizzati per la maggior parte delle patologie.
Quando la colonizzazione dei germi è particolarmente alta e non si ottengono risultati immediati con i prodotti ionici tradizionali, è consigliabile utilizzare prodotti particellari di buona qualità come ad es. quelli del Ferioli.
Il prodotto che hai citato a fine post è stato cancellato, come pure il nome del rivenditore per evitare giudizi su prodotti concorrenti che potrebbero suscitare sterili polemiche. Considerando che non ci sono nè controindicazioni, nè effetti collaterali, ognuno può per proprio conto sperimentare il prodotto che gli ispira maggior fiducia e provarne un altro in caso di risultati scarsi o nulli.
A disposizione per eventuali spiegazioni.
Saluti
Antonio
Avatar utente
ANTONIO55
 
Messaggi: 675
Iscritto il: 16/06/2010, 14:13
Località: Roma


Torna a Argento Colloidale Ionico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: earlinegc69 e 1 ospite

cron